Gelato allo yogurt e pesca

Ricetta semplicissima per un gelato da fare al momento. Morbido e cremoso.
Io ho usato le pesche che avevo in casa ma si possono sostituire con la frutta che preferite.
Tutto quello che vi occorre è un frullattore potente in grado di tritare il ghiaccio.
Potete trovare la versione per Monsieur Cuisine qui.

Ingredienti:
– 200 gr di pesche già pulite
– 150 gr di yogurt bianco o alla vaniglia
– 2 cucchiai di zucchero a velo

Procedimento:
1. Tagliare le pesche a cubetti piccoli e riporle nel congelatore per almeno 12 ore.

2. Versare lo yogurt in cubetti per il ghiaccio (quelli per l’acqua) e riporre nel congelatore anche questo per almeno 12 ore.

3. Versare le pesche e lo yogurt congelati nel frullatore e frullare grossolanamente.

4. Aggiungere lo zucchero a velo e riprendere a frullare fino ad ottenere una consistenza cremosa.

5. Disporre il gelato nelle coppette e servire subito.

Torta margherita allo yogurt

La torta margherita è un classico, quella allo yogurt è leggera, veloce e semplice da preparare.
Tenete da parte il barattolo dello yogurt per usarlo come dosatore degli altri ingredienti!
Ecco la ricetta!

IMG_7164.JPG
Ingredienti
– 1 vasetto di yogurt bianco o alla vaniglia (il vasetto da 125/150 gr)
– 2 vasetti di zucchero
– 3 vasetti di farina 00
– mezzo vasetto di olio di semi
– 3 uova
– 1 bustina di lievito per dolci
– 1 pizzico di sale
– 1 bustina di vanillina

Preparazione
In una ciotola sbattete le uova con lo zucchero e il sale fino ad ottenere un composto spumoso.
Aggiungete lo yogurt e mescolate finché non si sarà amalgamato col resto degli ingredienti, a questo punto versate a filo l’olio continuando a mescolare.
Setacciate la farina con il lievito e la vanillina e aggiungetela poco alla volta.
Quando l’impasto sarà omogeneo e privo di grumi versatelo in una tortiera di circa 24 cm di diametro.
Infornate nel forno preriscaldato a 180 gradi per 30/35 minuti, ricordatevi di fare la prova dello stecchino prima di sfornare la torta.
Lasciate intiepidire e cospargete di zucchero a velo prima di servire.

L’immagine utilizzata è stata scattata da me e non presa da internet quindi se qualcuno volesse pubblicarla altrove dovrà fare riferimento al blog o riportare il link della ricetta.
Grazie.

Pane allo yogurt

Il pane è un alimento immancabile nelle nostre tavole.
Ne esistono di tutti i tipi e per tutti i gusti.
Qui propongo una mia ricetta personale per un pane leggero e semplice.
Di solito io ne preparo un po’ di più, dando all’impasto la forma desiderata e congelando la pagnotta ancora cruda.
Prima di andare al lavoro tiro fuori il filone dal congelatore così basterà infornarlo una volta a casa e potrò mettere in tavola pane sempre fresco e diverso.
Questa è la ricetta del l’impasto di base, il pane potrà essere farcito come più ci piace con noci/rosmarino/pomodorini/zucca/semi vari/ olive/…
Vi lascio quindi alla ricetta!

IMG_7943-0.JPG
Ingredienti
– 100 ml di acqua a temperatura ambiente
– 1 cucchiaio di olio d’oliva
– 1 uovo
– 2/3 cucchiaini di sale
– 1 cucchiaio scarso di miele (rende la crosta più dorata e croccante)
– 180 gr di yogurt naturale non zuccherato
– 500 gr di farina (a scelta a seconda di come volete il pane, può essere 0/00/farro/kamut/integrale/… o anche combinate tra loro)
– 1 cucchiaino di lievito di birra disidratato (io mi trovo molto bene con quello della paneangeli con la confezione argentata)

Preparazione
Se, come me, avete una macchina del pane o un’impastatrice di qualche genere basterà buttarci dentro gli ingredienti a lasciare a lei il lavoro sporco.
Se vi volete sporcare le mani allora sciogliete il lievito nell’acqua, versate la farina sul piano di lavoro creando un buco al centro dove andrete a versare gli altri ingredienti facendo attenzione che il sale non entri direttamente in contatto col lievito.
Impastate tutto fino ad ottenere una palla liscia e compatta che andrete a mettere in una ciotola unta con un po’ d’olio è coperta da uno strofinaccio umido.
Mettete l’impasto a lievitare per un paio d’ore in un luogo caldo e asciutto lontano da correnti d’aria (l’ideale è nel forno spento con la luce accesa).
Una volta che l’impasto avrà raddoppiato il volume lavoratelo dandogli la forma desiderata (per il pane della foto io ho utilizzato la classica forma a treccia), se lo volete congelare basterà avvolgerlo in carta trasparente e riporlo nel congelatore.
Se volete utilizzarlo subito allora ricoprite una teglia con carta forno, adagiateci sopra il pane e lasciate riposare per 1 ora sempre in forno spento con luce accesa.
Trascorso questo tempo preriscaldate il forno a 180 gradi, sbattete 1 uovo con 1 cucchiaio di latte e spennellateci il pane, se volete decorare con dei semi metteteli dopo aver spennellato l’uovo che farà da collante.
Informate per circa 30 minuti (il tempo può variare a seconda della grandezza dei vostri panini) fin quando il pane non risulterà dorato.

La ricetta è personale, quindi se qualcuno volesse pubblicarla altrove dovrà fare riferimento al blog o riportare il link della ricetta.
Grazie.

Yogurt bianco naturale

Lo yogurt può essere fatto in mille modi diversi, qui ho deciso di partire da quello più classico e versatile in assoluto: quello bianco naturale.
Fondamentali sono le materie prime utilizzate: con latte mediocre si otterrà uno yogurt liquido e acido, un buon latte ci darà invece uno yogurt compatto e cremoso.
Lo yogurt bianco può essere mangiato da solo o con l’aggiunta degli ingredienti che più ci piacciono (frutta/cereali/marmellata/cioccolato/ecc.) o può essere utilizzato nella preparazione di altre ricette.
Utilizzando latte e yogurt intero si avrà un risultato più grasso ma anche più gustoso rispetto a quello ottenuto utilizzando prodotti totalmente o parzialmente scremati.
Ecco la mia versione.

IMG_7940-0.JPG
Ingredienti
750 ml di latte intero
250 ml di panna fresca (per una versione più leggera si può evitare la panna e utilizzare 1 lt di latte anzichè 750 ml)
1 vasetti di yogurt bianco naturale
1 bustina di vanillina (facoltativo, da allo yogurt un leggero profumo di vaniglia)

Preparazione
In una pentola intiepidire il latte e la panna, non devono essere bollenti.
In una caraffa versare il vasetto di yogurt bianco e la vanillina.
Versare un terzo del composto di latte e panna tiepido e far sciogliere bene lo yogurt mescolando con un cucchiaio di legno.
Una volta che lo yogurt si sarà sciolto aggiungere il composto di latte e panna restante e mescolare bene.
Versare il composto ottenuto nei vasetti della yogurtiera, chiudere e lasciarla lavorare 8 ore senza spostarla per non disturbare la fermentazione.
Al termine delle otto ore chiudere i vasetti e riporli in frigorifero per almeno 5 ore prima di consumare.

IMG_7941-0.JPG
Se non si possiede una yogurtiera si può procedere così: versare il composto in vasetti di vetro (meglio se a chiusura ermetica o con tappi resistenti tipo “quattro stagioni”), chiudere i vasetti e riporli in forno spento ma con luce accesa, coprire con una coperta di pile e lasciar riposare per 8 ore.
La temperatura ideale è di 30/35 gradi, i vasetti non vanno mossi e si deve evitare sbalzi di temperatura.

Lo yogurt si conserva in frigo per una settimana.
Per realizzare dell’altro yogurt sarà sufficiente tenere da parte un vasetto di quello prodotto e ripetere il processo.

La ricetta è personale quindi se qualcuno volesse pubblicarla altrove dovrà fare riferimento al blog o riportare il link della ricetta.
Grazie.