Focaccia con la Macchina del pane

Chi non conosce la focaccia? Io ho provato qualche ricetta prima di arrivare a trovare la formula giusta facendo qualche modifica qui e là.
Ecco la mia versione della focaccia, in casa nostra è stata apprezzata da tutti quelli a cui l’ho proposta avendo grande successo.
Questa è la versione impastata con la macchina del pane ma nulla vi impedisce di fare l’impasto a mano.
Gustatela calda, tiepida o fredda. Così com’è o farcita a vostro piacimento.

Ingredienti:
– 470 gr di farina Manitoba
– 5 gr di lievito di birra disidratato
– 1 cucchiaio di zucchero
– 230 gr di acqua a temperatura ambiente
– 115 gr di latte di riso a temperatura ambiente
– 45 gr di olio d’oliva
– 12 gr di sale
Per guarnire:
– Rosmarino
– Sale grosso
– Olio d’oliva

Procedimento:
1. Versate nel cestello della macchina del pane l’acqua, il latte di riso, l’olio d’oliva, il sale, lo zucchero, la farina e il lievito facendo attenzione che non entri in contatto diretto col sale.

Attenzione: se la vostra macchina del pane richiede che il lievito venga aggiunto per primo basta invertire l’ordine in cui inserite gli ingredienti.

2. Inserite il cestello nella macchina del pane e selezionate il programma “pasta lievitata”, quello specifico per il solo impasto con lievitazione.

3. Una volta terminato il programma stendete l’impasto in una teglia coperta con della carta forno. L’impasto sarà molto umido quindi stendetelo con le dita ben unte con dell’olio d’oliva.

4. Coprite la teglia con della carta trasparente e lasciate lievitare in forno spento con luce accesa per almeno 1 ora.

5. Finita la seconda lievitazione bucherellate la superficie della focaccia con le dita, stendete un filo d’olio d’oliva e cospargete con un po’ di sale grosso e il rosmarino.

6. Mettete nel fondo del forno preriscaldato a 180° una ciotola d’acqua per mantenere l’ambiente umido, infornate la focaccia e lasciate cuocere per 35/40 minuti.

Annunci

Focaccia rustica

Questa versione della focaccia è molto semplice e davvero buona, suggerita dalla mia grande amica Taty a cui vanno tutti i meriti per questa scoperta e con qualche piccola modifica di percorso per adattarla ai gusti di casa.
Non richiede grandi processi di lavorazione, l’unico inconveniente (se così vogliamo chiamarlo) è che bisogna avere pazienza con i tempi di lievitazione poichè più si lascerà l’impasto a riposo e più la focaccia risulterà morbida.
Nella ricetta io metto i tempi minimi di lievitazione, di solito preparo questa focaccia nella pausa pranzo e la lascio lievitare fino all’ora di cena cosi è pronta per essere stesa e infornata al mio rientro dal lavoro.
La focaccia può essere mangiata così come si presenta o farcita a piacimento con verdure, formaggi o affettati vari.
Di solito io la guarnisco con pomodorini freschi e origano o con del rosmarino fresco (come nella foto), poi una volta cotta ognuno farcisce la propria parte come preferisce e bastano altri 5 minuti in forno a 180° per avere una bella focaccia fumante.
Ecco la ricetta.

2015/01/img_8257.jpg
Ingredienti
– 300 ml di acqua
– 2 cucchiaini di sale
– 1 cucchiaio di zucchero di canna
– 2 cucchiai di olio d’oliva
– 200 gr di farina integrale
– 300 gr di farina 00 o di farro
– 1 bustina di lievito di birra disidratato
– 1 cucchiaio di semi di girasole
– 1 cucchiaio di semi di lino
– 1 cucchiaio di semi di sesamo
– 1 manciata di pomodorini secchi
Per guarnire
– Sale grosso
– Olio d’oliva
– Origano e qualche pomodorino fresco oppure rosmarino

Procedimento
Se, come me, possedete una planetaria o un’impastatrice vi basterà mettere tutti gli ingredienti nel recipiente e premere il pulsante per avere l’impasto pronto in pochi minuti.
Se preferite lavorare di mani (come la sopracitata amica che ha fornito la ricetta originaria) allora mescolate le due farine e versatele a fontana sul piano di lavoro.
Fate un buco al centro della fontana dove andrete a versare tutti gli altri ingredienti (tagliate i pomodorini secchi a pezzetti) stando attenti a non far entrare in contatto diretto il lievito e il sale.
Lavorate gli ingredienti fino ad ottenere un impasto omogeneo ed elastico, a questo punto mettete l’impasto in un recipiente e coprite con della pellicola trasparente.
Lasciate lievitare l’impasto al riparo da correnti d’aria e da sbalzi di temperatura, come sempre è consigliato il forno spento (meglio ancora se con la luce accesa), per almeno 2 ore finchè non sarà raddoppiato.
Terminata la lievitazione stendete l’impasto su una teglia ricoperta con carta forno e lasciate riposare altri 30 minuti.
Prima di infornare pressate la superfice della focaccia con le dita per creare delle conche, versate un po’ di olio d’oliva e qualche granello di sale grosso, finite di guarnire con gli ingredienti scelti.
Fate cuocere la focaccia nel forno preriscaldato a 190° per 35 minuti, aggiungete una vaschetta d’acqua nel forno per mantenere l’ambiente umido durante la cottura evitando che la focaccia si secchi.
Come sempre i tempi di cottura sono indicativi perchè possono variare a seconda del tipo di forno utilizzato.