Insaporitore

L’insaporitore è più o meno usato in cucina, io non lo usavo molto prima di cominciare a farmelo in casa.
Adesso lo uso un po’ ovunque: su carne, pesce e verdura.
Non è complicato da preparare ma, come per il dado, richiede pazienza per i tempi di essiccazione.
Ecco la ricetta di quello che uso io, ognuno può variare la formula secondo i propri gusti modificandolo a piacimento.

2015/01/img_8286.jpg

/home/wpcom/public_html/wp-content/blogs.dir/a4e/78212198/files/2014/12/img_7965.jpg
Ingredienti
– 1 carota
– 1 pezzo di sedano
– 1 scalogno
– 1 spicchio d’aglio
– 3 foglie di alloro
– 1 rametto di maggiorana
– 1 rametto di timo
– 5 foglie di salvia
– 1 cucchiaino di peperoncino
– erba cipollina a piacere
– 2 bacche di ginepro
– 1 rametto di rosmarino
– 1 rametto di origano
– 1 cucchiaino di cumino

Preparazione
Frullate tutto assieme con l’aggiunta del 50% del peso in sale.
Versate il preparato in una padella antiaderente e fate asciugare il tutto per una decina di minuti.
Lasciate intiepidire, disponete l’insaporitore nei cestelli dell’essiccatore e fate asciugare completamente (se potete regolare la temperatura del vostro essiccatore vi consiglio di mantenerla sui 50°. In alternativa potete utilizzare il forno ma tenete presente che dovrà restare acceso molte ore).
A questo punto frullate tutto fino ad ottenere una polvere sottile e conservate in barattoli di vetro chiusi ermeticamente.

L’insaporitore si conserva per un anno.

La ricetta è personale quindi se qualcuno volesse pubblicarla altrove dovrà fare riferimento al blog o riportare il link della ricetta.
Grazie.

Annunci

Dado granulare vegetale

L’idea è partita mentre ero al supermercato e guardavo i contenuti di un famoso dado in commercio, ho pensato che avrei anche potuto farlo a casa, magari senza tutti quei coloranti e conservanti vari, certo avrei speso un po’ di più dei 2,49 euro del prodotto in offerta ma ci avrei guadagnato in salute e soprattutto in autostima.
Così ho rimesso al suo posto il barattolo e ho cominciato le mie ricerche appuntandomi quello che più mi piaceva delle varie ricette e creandone una tutta mia.
Il primo dado granulare che ho fatto è stato quello vegetale e ha avuto subito successo in famiglia, ecco qui la ricetta!

IMG_7937-1.JPG
Ingredienti
1 cipolla rossa
1 scalogno
200 gr di sedano (gambi e foglie)
1 peperone
500 gr di carote
200 gr di patate
350 gr di pomodorini
35 gr di prezzemolo
2 rametti di rosmarino
10 foglie di salvia
1 rametto di timo
1 porro
1 cucchiaino di curcuma

Preparazione
Lavare e asciugare tutto, tagliare la patata a fette e scottarla in acqua bollente.
Tagliare a fette tutte le verdure e disporle nell’essiccatore fino a completa asciugatura.
In alternativa all’essiccatore si può usare il forno a 60 gradi.
Una volta che sarà tutto essiccato mettere nel frullatore aggiungendo la curcuma e il 60/80% del peso in sale.
Frullare grossolanamente e disporre nuovamente nell’essiccatore per un paio d’ore.
Frullare nuovamente fino a raggiungere una polvere omogenea.
Conservare il dado in vasetti di vetro a chiusura ermetica fino a sei mesi o sottovuoto fino ad un anno.

La ricetta è personale, quindi se qualcuno volesse usarla dovrà fare riferimento al blog o riportare il link. Grazie.

Dado granulare di carne

Ho pensato a quale sarebbe potuta essere la prima ricetta che avrei pubblicato, quale di quelle presenti nel mio quaderno pieno di scritte e appunti avrei messo giù per prima?
Alla fine ho deciso che sarebbe stata una di quelle che mi hanno reso più orgogliosa in assoluto: il dado granulare.
Il primo è quello di carne ma presto seguirà quello vegetale non temete.
Il dado è uno degli ingredienti più utilizzati nelle nostre cucine, certo in commercio ne esistono tantissimi tipi ma il vantaggio di farselo in casa è enorme per la nostra salute e per il nostro orgoglio.
Ovviamente non mancate di lasciarmi i vostri commenti, di espormi le vostre domande o i vostri dubbi.
Quindi senza ulteriori indugi passo alla ricetta!

IMG_7936-0.JPG
Ingredienti:
– 500 gr di carne a scelta (manzo/pollo/tacchino)
– 4 carote
– 3 gambi di sedano con le foglie
– 1 cipolla
– 1 patata piccola
– 3 rametti di prezzemolo
– 2 rametti di rosmarino
– 1 cucchiaino di curcuma

Preparazione:
Tritare la carne e saltarla in padella finché non ha eliminato tutta l’acqua, lasciar raffreddare.
Pelare le patate, tagliarle a fettine e scottarle in acqua bollente per 5 minuti, scolare e lasciar raffreddare.
Nel frattempo pulire il resto della verdura e tagliare carote, gambi di sedano e cipolla a fette.
Disporre gli ingredienti nei cestelli dell’essiccatore ed essiccare bene tutto.
Se non si dispone dell’essiccatore si può utilizzare il forno ad una temperatura di 60 gradi tenendo presente che ci possono volere fino a 8 ore per essiccare completamente alcuni ingredienti.
Mettere tutti gli ingredienti nel frullatore e frullare grossolanamente aggiungendo il 70/80% di peso in sale (si va a gusti in base a quanto il dado ci piace salato) e la curcuma.
Porre il dado nei cestelli del l’essiccatore ad asciugare ancora un paio d’ore.
Frullare nuovamente fino a raggiungere una polvere omogenea.
Conservare il dado in vasetti di vetro a chiusura ermetica fino a sei mesi o sottovuoto fino ad un anno.

La ricetta è personale, quindi se qualcuno volesse usarla dovrà fare riferimento al blog o riportare il link della ricetta.
Grazie.