TORTA KINDER BUENO

Una torta tanto bella da vedere quanto buona da mangiare, estremamente semplice e veloce da preparare.
Ecco la ricetta.

torta.jpg

Ingredienti:
Torta
– 250 gr di farina 00
– 50 gr di cacao amaro
– 150 gr di zucchero
– 4 uova
– 4 cucchiai di latte
– 150 gr di burro fuso
– 1 bustina di lievito per dolci
– 1 bustina di vanillina
Farcia
– 1 confezione di Nutkao bianca
– nutella q.b.
– kinder bueno

Preparazione:
– Mettere in una ciotola le uova con lo zucchero e montare con le fruste fino ad ottenere una consistenza spumosa, aggiungere il burro e il latte continuando a mescolare.

– Aggiungere la farina setacciata con il cacao un po’ alla volta. Quando il composto sarà uniforme unire anche il lievito e la vanillina.

– Versare l’impasto in uno stampo furbo (vedi immagine qui sotto) precedentemente imburrato e infarinato (qui trovate il mio staccante per torte) e infornare nel forno preriscaldato a 175° per 20/25 minuti. Come sempre fare la prova dello stuzzicadenti prima di tirare fuori la torta.
stampo-furbo.jpg

– Quando la torta sarà completamente fredda, rovesciarla su un piatto. Versare la Nutkao livellandola uniformente e decorare con la nutella e i kinder bueno.

torta1.jpg

Annunci

Gelato allo yogurt e pesca

Ricetta semplicissima per un gelato da fare al momento. Morbido e cremoso.
Io ho usato le pesche che avevo in casa ma si possono sostituire con la frutta che preferite.
Tutto quello che vi occorre è un frullattore potente in grado di tritare il ghiaccio.
Potete trovare la versione per Monsieur Cuisine qui.

Ingredienti:
– 200 gr di pesche già pulite
– 150 gr di yogurt bianco o alla vaniglia
– 2 cucchiai di zucchero a velo

Procedimento:
1. Tagliare le pesche a cubetti piccoli e riporle nel congelatore per almeno 12 ore.

2. Versare lo yogurt in cubetti per il ghiaccio (quelli per l’acqua) e riporre nel congelatore anche questo per almeno 12 ore.

3. Versare le pesche e lo yogurt congelati nel frullatore e frullare grossolanamente.

4. Aggiungere lo zucchero a velo e riprendere a frullare fino ad ottenere una consistenza cremosa.

5. Disporre il gelato nelle coppette e servire subito.

Muffin vegan ai mirtilli e banana

E’ una ricetta che si è rivelata incredibilmente buona, nata per la richiesta di un’amica.
Questi muffin sono sicuramente tra i migliori che ho cucinato e sono già diventati una delle mie colazioni preferite.
Ecco qui una ricetta veloce e senza nessun ingrediente di origine animale per dei muffin belli, profumati e, soprattutto, buonissimi.
Potete trovare la versione di questa ricetta anche adattata al Monsieur Cuisine cliccando qui.

IMG_4022.JPG

Ingredienti per 12 muffin:
– 100 gr di mirtilli
– 100 gr di banana
– 200 ml di latte di cocco
– 50 gr di olio di semi
– 1 cucchiaino di estratto di vaniglia
– 80 gr di zucchero di canna
– 200 gr di farina 00
– 1 cucchiaio di lievito per dolci

Procedimento:
1. Versate il latte di cocco in una ciotola. Aggiungete l’olio di semi, lo zucchero di canna e l’estratto di vaniglia. Mescolate con una frusta amalgamando gli ingredienti.

2. Aggiungete la farina setacciata con il lievito e mescolate fino ad ottenere un impasto liscio e omogeneo.

3. Tagliate a cubetti la banana e aggiungetela all’impasto assieme ai mirtilli. Mescolate delicatamente con un cucchiaio di legno o una spatola per non rompere la frutta.


4. Versate l’impasto in 12 stampi per muffin e infornate nel forno preriscaldato a 180° per 30/35 minuti.


5. Una volta che i muffin si saranno raffreddati, cospargeteli di zucchero a velo e servite.

Plumcake al caffè con scaglie di cioccolato

Ieri ho girato per quasi un’ora in cerca di una ricetta per il plumcake al caffè, tutte prevedevano l’utilizzo di yogurt che però non avevo in casa.
Alla fine ho preso carta e penna e la ricetta ma la sono inventata.
Il risultato è stato eccezionale, il plumacake è morbidissimo e profumato (durante la cottura ho invaso la casa col profumo di caffè), sta mattina non riuscivo a smettere di mangiare.
Ecco qui la ricetta davvero semplicissima!

 
Ingredienti:
– 3 uova
– 200 gr di zucchero
– 200 gr di farina 00
– 50 gr di fecola di patate
– 130 gr di olio di semi
– 130 gr di latte
– 1 bustina di vanillina
– 1 bustina di lievito per dolci
– 30 ml di caffè ristretto
– 1 cucchiaio di caffè solubile
– 1 pizzico di sale
– 1 manciata di cioccolato in scaglie

Procedimento:
1. In una ciotola sbattere le uova con lo zucchero ammalgamandole.
Aggiungere il caffè liquido e quello solubile mescolando fino ad ammalgamare il tutto.

2. Adesso versare l’olio e il latte mescolando fino ad ottenere un composto omogeneo.
Aggiungere al composto il sale e la vanillila continuando a mescolare.

3. Versare la farina setacciata con il lievito e la fecola di patate e mescolare il tutto fino a quando l’impasto sarà omogeneo.

4. Aggiungere per ultimo il cioccolato e mescolare.

5. Versare il composto in uno stampo per plumcake imburrato e infarinato (qui trovate la ricetta dello staccante per torte) e infornate in forno preriscaldato a 180 gradi per 40-45 minuti.
Se il dolce scurisce troppo potete coprirlo con della carta alluminio dopo i primi 30 minuti di cottura.

Torta al cacao e cocco con farina di Kamut

Ammettiamolo, a chi non piace la torta al cioccolato?
Questa versione è molto morbida e leggera e il cocco gli da quel tocco in più.
Adatta ad ogni tipo di situazione, che sia la colazione, la merenda o dopo i pasti.
Ecco la semplicissima ricetta da realizzare in poco tempo (per la versione con il Monsieur Cuisine clicca qui).

Ingredienti:
• 130 gr di burro
• 4 uova medie a temperatura ambiente
• 200 gr di zucchero di canna
• 130 gr di farina di kamut
• 25 gr di cacao amaro
• 1 bustina di lievito per dolci
• 130 gr di latte tiepido
• 70 gr di farina di cocco
• 1 pizzico di sale

Procedimento:
Togliamo a pezzetti il burro, mettiamolo in pentolino e fondiamolo, possiamo anche utilizzare il microonde, e teniamolo da parte.

Utilizzando una frusta montiamo le uova, lo zucchero e il sale finché l’impasto non sarà chiaro e spumoso.

Setacciamo in una ciotola la farina, il cacao e il lievito per dolci.

Versiamo in una ciotola il burro fuso e il latte e amalgamiamoli tra loro.

Aggiungiamo le polveri setacciate e amalgamiamo ancora.

Versiamo la farina di cocco e mescoliamo finché l’impasto non sarà ben omogeneo.

Versiamo il composto in una teglia coperta con carta da forno e cuociamo in forno preriscaldato a 180° per 45 minuti.

Facciamo la prova dello stecchino prima di sfornare.

Una volta raffreddata, cospargiamo la torta con farina di cocco o zucchero a velo.

Rose di mela

Questo dolce scenico è in realtà veloce e molto semplice da realizzare.
Servono pochi ingredienti per dare vita ad un piatto che farà la sua figura in tavola.
Ecco la ricetta:

Ingredienti:

  • 2 rotoli di pasta sfoglia rettangolare 
  • 2/3 mele
  • Zucchero a velo 
  • 100 gr di marmellata di pesche 
  • 600 ml di acqua 
  • 100 gr di zucchero semolato
  • 1 limone

Procedimento:
Lavate le mele senza sbucciarle, privatele del torsolo e tagliate a fette sottili, mettetele in una ciotola con acqua fredda e col succo di limone per evitare che anneriscano.
Preparate lo sciroppo: versate l’acqua e lo zucchero semolato in un pentolino, portate a bollore mescolando di tanto in tanto affichè lo zucchero si sciolga completamente.
Quando lo sciroppo bolle versateci le mele scolate bene.
Fatele bollire qualche minuto finchè non si saranno ammorbidite, attenzione a non lascirle troppo altrimenti si sfalderanno.
Una volta pronte, scolatele e lasciatele raffreddare.
Mescolate la marmellata con un cucchiaio per renderla più cremosa, stendete i rotoli di pasta sfoglia e ricavate delle striscie di circa 5 cm di spessore.
Spennellate ciascuna stricia con la marmellata e adagiateci le fettine di mele leggermente sovrapposte (la parte con la buccia dovrà fuoriuscire dalla striscia di pasta sfoglia).
Ora piegate la restante striscia sulle mele e arrotolatela su se stessa, la rosellina è pronta.
Posizionate le rose sulla placca del forno rivestita con carta forno.
Cospargete con lo zucchero a velo e infornate in forno preriscaldato a 180 gradi per circa 30 minuti (finchè le rose non saranno belle dorate).
Lasciate intiepidire prima di servirle.

Torta di mele con copertura croccante di mandorle e rum 

Dopo un lungo periodo di silenzio eccomi qui, torno con una ricetta appena appena provata, una nuova versione della classica e intramontabile torta di mele.
Questa versione è decisamente poco dietetica ma uno strappo ogni tanto ce lo possiamo anche concedere.
Ecco la ricetta (la versione della ricetta per Monsieur Cuisine la trovate qui)!

Ingredienti:

  • 3 mele
  • 2 cucchiai di succo di limone
  • 175 gr di burro ammorbidito
  • 175 gr di zucchero
  • 3 uova
  • 1 pizzico di sale
  • 350 gr di farina
  • 2 cucchiaini di lievito per dolci
  • 130 ml di latte

Per la copertura:

  •  50 gr di mandorle
  • 100 gr di farina
  • 70 gr di zucchero
  • 20 ml di rum
  • 70 gr di burro

Procedimento per la torta:
Sbucciare le mele, eliminare i torsoli e tagliarle a fette, bagnare col succo di limone affinchè non anneriscano.
Sbattere il burro assieme allo zucchero e aggiungere poco alla volta le uova e il sale.
Sempre sbattendo incorporare la farina, il lievito e il latte.
Versare l’impasto in una teglia coperta con carta da forno e livellare con un cucchiaio.
Disporre le mele a raggiera.
Per la copertura:
Tritare le mandorle grossolanamente.
Impastare tutti gli ingredienti sfregando con le mani e distribuirla sulle mele.

Preriscaldare il forno a 200° e infornare per circa 45 minuti (se la superficie scurisce troppo coprire con carta alluminio dopo i primi 30 minuti), prima di sfornare fare la prova con lo stuzzicadenti.

Prima di servire la torta lasciarla raffreddare, potrà essere conservata per circa tre giorni coperta da una campana di vetro o con della carta alluminio.

Girelle alla Nutella

Perfette come dolce dell’ultimo minuto.
Velocissime, semplicissime e buonissime, ecco qui la ricetta che mi hanno chiesto tutti quelli a cui le ho fatte provare.
La Nutella può essere sostituita da una marmellata a piacere.

2015/01/img_8430.jpg
Ingredienti per 15/16 girelle
– 2 confezioni di pasta sfoglia rettangolare
– Nutella q.b.
– zucchero di canna q.b.
– 1 uovo e 1 cucchiaio di latte

Procedimento
Stendete il primo rettangolo di pasta sfoglia sul piano di lavoro, spalmate la Nutella fino a ricoprire tutta la pasta (lasciate circa mezzo centimetro libero lungo i lati più lunghi in modo da poterla sigillare).
Ricoprite col secondo rettangolo di pasta sfoglia e sigillate i bordi schiacciando con le dita.
Spolverate con un po’ di zucchero di canna e schiacciate con le mani per fare in modo che aderisca alla pasta sfoglia.
Tagliate delle strisce di circa mezzo centimetro che torcerete tenendole per i lati e arrotolatele formando delle girelle.
Disponete le girelle in una placca ricoperta di carta forno e spennelatele con l’uovo sbattuto assieme a un cucchiaio di latte.
Infornate a 180° per 15-20 minuti, fino a quando non saranno belle dorate.
Una volta sfornate disponetele a raffraddare su carta assorbente in modo che l’olio prodotto dalla Nutella venga assorbito, servitele fredde o tiepide.

Danubio alla crema pasticciera

La torta Danubio è un dolce realizzato con un impasto lievitato che si compone di tante palline molto soffici e ripiene che possono essere staccate anche con le mani per la gioia dei più piccoli.
Ottima sia dolce che salata, come antipasto o come dolce da presentare a qualche festa.
Può essere creata in mille varianti diverse, facendo un ripieno unico per ogni pallina o creandone diversi in modo che ognuna abbia un gusto differente (crema, cioccolato, marmellata,…).
Ecco la ricetta!

2015/01/img_83171.jpg
Ingredienti
– Crema pasticciera (qui la ricetta)
– 530 gr di farina Manitoba
– 30 gr di zucchero
– 50 gr di burro fuso
– 230 ml di latte fresco (più un cucchiaio per spennellare alla fine)
– 4 gr di lievito di birra disidratato
– 1 uovo (più 1 da spennellare alla fine)
– la scorza grattugiata di 1 limone non trattato
– 1 fialetta di aroma alla vaniglia o 2 bustine di vanillina
– 10 gr di sale
– 50 ml di acqua
– zucchero a velo q.b.

Procedimento
Versate la farina in una ciotola capiente e aggiungete lo zucchero, la scorza di limone e il lievito di birra. Mescolate gli ingredienti tra loro.
Create un buco al centro e versateci l’uovo, il latte a temperatura ambiente, il sale, la vaniglia, il burro fuso e l’acqua.
Impastate gli ingredienti fino ad ottenere un impasto liscio ed elastico che lascerete lievitare coprendo la ciotola con pellicola trasparente per almeno 2 ore lontano da correnti d’aria e sbalzi di temperatura (come sempre il luogo ideale è il forno spento con luce accesa).
Quando l’impasto sarà raddoppiato dividetelo in circa 30 pezzi di 30 gr.
Schiacciate i pezzetti d’impasto in dischetti al centro dei quali andrete a mettere un cucchiaino di crema, richiudete i dischetti in palline sigillando bene per non far uscire il ripieno.
Posizionate le palline su una tortiera foderata con carta forno con la parte chiusa verso il basso, partite dal bordo esterno andando verso il centro.
Coprite la Danubio con della pellicola trasparente e lasciate lievitare ancora 1 ora nel forno spento con luce accessa.
Spennellate la superficie della torta con l’uovo sbattuto con 1 cucchiaio di latte e infornate a 180° per 25/30 minuti, come sempre fate attenzione alla cottura che può variare a seconda del forno utilizzato (la superficie del dolce deve essere ben dorata).
Una volta sfornato lasciate raffreffare e cospargete con zucchero a velo prima di servire.
La Danubio può essere conservata sotto una campana di vetro per 2 ore e poi in frigorifero coperta con pellicola trasparente.

2015/01/img_8322.jpg

Panettone

Anche quest’anno è arrivata la vigilia di Natale, quale ricetta migliore di quella del panettone?
Sta sera sarà sicuramente su tutte le tavole.
Questa è una ricetta relativamente veloce che ho provato l’altro giorno, per gusti personali non ho inserito i canditi anche se nella ricetta erano previsti, i tempi di cottura sono indicativi perché variano a seconda del forno quindi controllatela spesso.
Ecco la ricetta!

/home/wpcom/public_html/wp-content/blogs.dir/a4e/78212198/files/2014/12/img_8057.jpg

/home/wpcom/public_html/wp-content/blogs.dir/a4e/78212198/files/2014/12/img_8056.jpg
Ingredienti
– 250 gr di farina 00
– 250 gr di farina Manitoba
– 160 gr di zucchero
– una bacca di vaniglia o una fialetta di aroma
– 1 cucchiaino di malto (o di zucchero)
– 5 gr di sale
– 160 gr di burro
– 7 uova (4 intere e 3 tuorli)
– la scorza grattuggiata di un limone non trattato
– 6 gr di lievito di birra disidratato
– 60 gr di latte intero
– 120 gr di uvetta passita
– 40 gr di arancia candita
– 40 gr di cedro candito

Procedimento
Primo impasto: mescolate i tipi di farina tra loro.
Impastate in una ciotola il latte intiepidito, 3 gr di lievito, il cucchiaino di malto (o di zucchero) e 100 gr di farina fino ad ottenere un panetto che porrete in una ciotola coperta con carta trasparente.
Lasciate lievitare per 1 ora (fino al raddoppiamento del volume) in un luogo asciutto e caldo, lontano da sbalzi di temperatura e correnti d’aria (come sempre l’ideale è il forno spento con luce accesa).
Secondo impasto: aggiungete all’impasto precedente 180 gr di farina, i restati 3 gr di lievito e 2 uova a temperatura ambiente, lavorate il composto che dovrà risultare elastico e non appiccicoso.
A questo punto aggiungete 60 gr di zucchero e continuate a lavorare finchè lo zucchero non sarà assorbito bene dall’impasto.
Adesso aggiungete 60 gr di burro ammorbidito un po’ alla volta facendolo assorbire bene dal composto che, alla fine, dovrà essere ancora elastico e non eccessivamente appiccicoso da rendere difficile la lavorazione.
Rimettete l’impasto a lievitare nella ciotola coperta da carta trasparente per 3/4 ore (fino a quando raddoppia di volume).
Terzo impasto: lavorare leggermente il composto e aggiungete la restante farina, 2 uova inetere e i 3 tuorli a temperatura ambiente, ammalgamate bene il tutto.
Ora aggiungete lo zucchero rimanente, i bacelli della bacca di vaniglia (o la fialetta di aroma) e il sale facendo assorbire tutto al composto, poi fate la stessa cosa col burro rimanente a temperatura ambiente.
Quando il composto sarà omogeneo aggiungete la buccia del limone, l’uvetta e i canditi, lavorate fino a quando gli ingredienti non saranno ben ammalgamati (l’impasto dovra essere leggermente appiccicoso ma non liquido).
Riponete nuovamente nella ciotola coperta con carta trasparente a lievitare per 3/4 ore (sempre fino a raddoppiamento del volume).
Quarto impasto: quando il composto sarà ben lievitato lavoratelo aiutandovi con una spatola e trasferitelo in uno stampo per panettoni, lasciate lievitare ancora per 2 ore (fino a quando non raggiunge il bordo dello stampo).
Cottura: incidete la sommità del panettone con un coltello affilato formando una croce al centro della quale andrete a mettere un cubetto di burro.
Infornate nella parte bassa del forno a 200° per 10 minuti (mettete nel forno una vaschetta di acqua che manterà l’umidita impedendo al panettone di seccarsi troppo durante la cottura).
Trascorsi i 10 minuti abbassate la temperatura del forno a 190° e continuate la cottura per altri 10 minuti.
Adesso abbassate ulteriormente la temperatura del forno a 180° e cuocete per circa 40 minuti coprendo il panettone con della carta alluminio se si scurisce troppo.
Controllate bene la cottura prima di sfornare il panettone e se necessario proseguire fino a quando l’interno non risulterà ben cotto.