Pizza con Lievito Madre

Prima cosa da sapere: se vi piace avere impasti con tempi di lievitazione molto brevi questa ricetta non fa per voi (in questo caso qui trovate la variante con il lievito di birra).
Gli impasti con lievito madre hanno tempi di lievitazione lunghissimi…biblici direi. Questo impasto ha una lievitazione totale di 2 giorni anche se è possibile accorciare un po’ i tempi.
Seconda cosa da sapere: il risultato vale l’attesa. Un impasto con questo lievito è molto più leggero e digeribile di uno ottenuto con lievito di birra.
Nella ricetta di questa pizza io utilizzo la farina tipo 1 ma potete usare tranquillamente quella che preferite,che sia 0 o 00, un mix con Manitoba o una tipo 2 (non garantisco con l’integrale perché devo ancora provarla ma mi riservo di modificare l’articolo appena lo faccio). Unico accorgimento: state attenti all’acqua che aggiungete poiché ogni farina assorbe i liquidi in maniera differente.

Per la videoricetta clicca qui.

20180925_200350.jpg

Ingredienti:
– 320 ml di acqua a temperatura ambiente (come dicevo sopra, regolatevi col tipo di farina utilizzata, potrebbe volercene un po’ in più come in meno)
– 3 cucchiai di olio EVO
– 1 cucchiaino di sale
– 500 gr di farina tipo 1
– 1 cucchiaino di malto d’orzo (può essere sostituito con 1 cucchiaio di zucchero)
– 150 gr di lievito madre rinfrescato

Procedimento:
1. In una ciotola versare l’acqua, il lievito madre e il malto d’orzo mescolando il tutto (il lievito non si scioglierà del tutto ma va bene così).

2. Unire il composto di lievito e acqua alla farina, aggiungere l’olio e il sale impastando fino ad ottenere un panetto liscio ed omogeneo.

3. Lasciare riposare il panetto sulla spianatoia per 30 minuti coprendolo con un canovaccio. Passata la mezzora piegarlo su se stesso fino ad ottenere una palla che metterete a riposare in una ciotola coperta con pellicola trasparente. Ponete la ciotola in frigo per la prima lievitazione che durerà tutta la notte.

20180924_210914.jpg

4. La mattina seguente estrarre l’impasto dal frigo e lasciarlo riposare a temperatura ambiente per almeno 6 ore. Passate le ore di riposo lavorare nuovamente l’impasto e ridargli la forma di una palla che lasceremo nuovamente a riposo in una ciotola coperta con carta trasparente per almeno 12 ore. Questa volta a temperatura ambiente (il forno spento è il luogo perfetto).
Volendo questo passaggio si può saltare e al termine delle 6 ore si può stendere l’impasto direttamente in teglia ma il risultato finale sarà leggermente più pesante.

20180925_122223.jpg

5. Finita anche la seconda lievitazione si può stendere l’impasto in teglia e lasciarlo a riposo per le ultime 6 ore.
20180925_123155.jpg
Farcire la pizza come preferiamo e infornare in forno preriscaldato a 200° per circa 30 minuti aggiungendo la mozzarella e l’origano negli ultimi 5 minuti di cottura. Durante la cottura ponete un pentolino con dell’acqua in forno, manterrà umido l’ambiente evitando che impasto e condimenti si secchino.
Attenzione al tempo di cottura che può variare in base alle dimensioni delle vostre pizze.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...